Il Blog del Legno

Tutto quello che c'è da sapere sulle strutture in legno nell'edilizia

Pulizia e manutenzione del tetto in legno

Come pulire le travi del tetto in legno: la manutenzione.

Semplici istruzioni per la manutenzione e la pulizia del tetto in legno

Il legno è uno dei materiali più antichi utilizzati in edilizia e, grazie alle sue particolari caratteristiche, è ancora molto diffuso nella costruzione di strutture di vario genere, come per esempio i tetti e le coperture.

Essendo un materiale nobile, non va trascurato un aspetto fondamentale : la pulizia e la manutenzione del tetto in legno.
Il legno può subire dei deterioramenti nel tempo, in particolar modo quello utilizzato per la costruzione di strutture esterne, per via degli agenti climatici e altri fattori esterni.
Normalmente si tratta però di problemi facilmente superabili, infatti, con un buon intervento di manutenzione e restauro del tetto in legno si possono recuperare e risanare le parti deteriorate o, nel peggiore delle ipotesi, sostituirle con dei nuovi pezzi.

Per prima cosa bisogna fare attenzione alla pulizia del legno.
La pulizia del legno consiste nell’eliminare la polvere, lo smog e tutto ciò che tende a depositarsi sulla superficie della struttura interessata.
I prodotti da utilizzare sono semplicemente l'acqua e i detergenti neutri, evitando assolutamente i prodotti corrosivi, quali alcool o ammoniaca, che potrebbero rovinare irrimediabilmente il materiale.

Un'altra importante operazione da eseguire per una buona manutenzione del tetto è il mantenimento del legno, che ha l'obiettivo di rivitalizzare la vernice.
Non occorre carteggiare e si esegue quando la pellicola è in buono stato, passando un apposito olio rivitalizzante facilmente reperibile in commercio.

Inoltre, ogni 5 anni circa, è suggeribile e fondamentalmente utile, effettuare un’operazione di ripristino dello strato protettivo esterno in modo da evitare che il film di vernici diventi troppo sottile.
Per questa operazione è sufficiente carteggiare leggermente il vecchio strato di vernice con della carta abrasiva e passare poi un apposito prodotto, che potrete trovare in commercio.

Una delle componenti in legno degli edifici che necessita di maggiore manutenzione è la trave, in quanto, a causa dell’umidità, la parte inserita nella muratura si può deteriorare più facilmente rispetto alle altre parti.
Oggi, è possibile sostituire la parte rovinata del tetto in legno senza dover sostituire l’intera trave, ricorrendo alle protesi lamellari, nel caso in cui l'area danneggiata fosse piuttosto estesa, in modo tale da ricostruire la parte deteriorata senza dover smantellare completamente il tetto o il solaio.
Nel caso invece si tratti di una copertura in legno lamellare che necessita di un intervento di restauro, si esegue ad una diagnosi delle travi; quelle troppo rovinate verranno smontate e sostituite con delle travi nuove, mentre quelle che si possono recuperare potranno subire un normale restauto sul posto.

Come ultima considerazione, infine, non dimenticate che il periodo migliore per la manutenzione del tetto in legno e in generale per questa tipologia di lavori è quello che va da maggio a settembre.


 

CENTRO COPERTURE E PAVIMENTI IN LEGNO si occupa della consulenza, progettazione, realizzazione, installazione e posa in opera di pavimenti, tetti e coperture in legno di alta qualità.
Contattateci per un PREVENTIVO GRATUITO e per un Omaggio personalizzato.